Home

Inceneritori: se non ti informi non saprai mai che sono nocivi e che esistono delle alternative

La lotta contro l' inceneritore non ha padroni ed è gestita dal basso, non fa spalla a nessun partito politico, istituzione, o simili. E' una lotta autorganizzata che rifiuta ogni delega, quindi se vogliamo vincerla dobbiamo partecipare tutti/e direttamente!!

Le manifestazioni, i presidi in piazza, i volantinaggi, le assemblee pubbliche  oltre agli innumerevoli esposti e ricorsi fin ad oggi fatti sono stati possibili grazie alla sottoscrizione dei tanti e tante. AIUTACI ANCHE TU clicca sul nostro sito alla voce Sottoscrivi per fare una piccola donazione

SABATO 7 MAGGIO ORE 17, PRESSO IL BAR  MONTAGNANO (EX PEDALINO), INCROCIO VIA MONTAGNANO VIA ARDEATINA KM 27, ASSEMBLEA POPOLARE PER DISCUTERE:

1) ENTRATA IN FUNZIONE DEL DEPURATORE DEI CASTELLI, EFFETTI SULLA POPOLAZIONE, CATTIVI ODORI E RUMORI, MANCATO COLLEGAMENTO DELLE FOGNATURE DEI VILLAGGI;     

2) EMERGENZA SANITARIA A CAUSA DELL’ASSENZA DI ACQUEDOTTO “PUBBLICO” NEI VILLAGGI A VALLE DELLA DISCARICA E CONTEMPORANEO DIVIETO DI UTILIZZO DELL’ACQUA DEI POZZI PRIVATI PER USO UMANO;

3) PERMANENZA DEI MIASMI DALLA DISCARICA DI RONCIGLIANO, CONFERENZA DEL RIESAME DELL’AIA 2009 CHE METTE SOLO TOPPE E FA UNA FINTA BONIFICA.

Clicca sull'immagine per ingrandire

LAZIO RIFIUTI: DOPO VIA LIBERA ALL'IMPIANTO DI ROCCA CENCIA L'EUROPA AVVIA PROCEDURA DI INFRAZIONE PER LA REGIONE LAZIO PDF Stampa E-mail
Gestione dei rifiuti "fatalistica": arriva la bocciatura del Parlamento europeo.
In un vertice, ieri a Roma, tra il prefetto (e commissario straordinario per i rifiuti) Goffredo Sottile, Comune, Provincia, Regione e dirigenza Ama e' stato deciso di controricorrere presso il Consiglio di Stato alla decisione del Tar e di accelerare la realizzazione dell'impianto di tritovagliatura di Rocca Cencia.

Dal sito http://www.osservatorelaziale.it di Angelo Parca

Lazio - Siamo sulla bocca dell'Europa. Nel Lazio siamo considerati delle cicale che non sanno programmare neppure la gestione dei propri rifiuti. Risultato? ci prendiamo le multe e i beffeggi e ci ritroviamo con un cumulo d'immondizia che ci consente di giocare al rimpallo tra le varie province. I cittadini parano come possono le scellerate decisioni: ricorsi, sit in e intanto cala un velo di pietas su questa regione che, solo nel male, finisce sempre in cronaca dalla notte dei tempi. Servono tutti questi impianti? oppure è sufficiente differenziare correttamente i rifiuti?

leggi tutto

 
VALID CSS   |   VALID XHTML