Home >>>> Chi siamo?

Inceneritori: se non ti informi non saprai mai che sono nocivi e che esistono delle alternative

La lotta contro l' inceneritore non ha padroni ed è gestita dal basso, non fa spalla a nessun partito politico, istituzione, o simili. E' una lotta autorganizzata che rifiuta ogni delega, quindi se vogliamo vincerla dobbiamo partecipare tutti/e direttamente!!

Le manifestazioni, i presidi in piazza, i volantinaggi, le assemblee pubbliche  oltre agli innumerevoli esposti e ricorsi fin ad oggi fatti sono stati possibili grazie alla sottoscrizione dei tanti e tante. AIUTACI ANCHE TU clicca sul nostro sito alla voce Sottoscrivi per fare una piccola donazione

Prossimi appuntamenti:
- 18 luglio ore 9,00 Roma p.le Clodio, TRIBUNALE: 3° UDIENZA contro Cerroni & associati.

Chi siamo? PDF Stampa E-mail
Il coordinamento contro l'inceneritore di Albano Laziale è un coordinamento composto dagli/lle abitanti di tutta la zona dei Castelli Romani, nato per opporsi alla costruzione di un nuovo impianto di incenerimento/gassificazione nel Lazio, previsto nella zona di Roncigliano (Albano).

L' autorganizzazione in un coordinamento nasce spontaneamente dall'esigenza di rispondere ed opporsi all'ennesima decisione politico/economica che viene imposta dall'alto da un governo incapace di ascoltare le opinioni e le volontà delle cittadine e dei cittadini.

Le decisioni a livello nazionale, regionale e comunale concordano nel procedere contro benessere, salute e volontà delle popolazioni in favore di interessi politico–lobbistici atti a privilegiare le amministrazioni e le aziende. I diversi governi che si alternano sembrano proporre le medesime strategie in quanto a gestione e salvaguardia del territorio: il guadagno di pochi è sempre anteposto al benessere di tutti.

Dinanzi a questo scenario le cittadine ed i cittadini dei Castelli Romani si organizzano per decidere del proprio futuro, della propria salute e del territorio che abitano dando voce ad un malcontento diffuso ma propositivo, concreta risposta ad una politica ormai venduta al mercato delle lobbies. Si organizzano con la volontà di divenire corpo attivo nei meccanismi decisionali, rifiutando di delegare ogni tipo di scelta e decisione a terzi, portano avanti in prima persona la lotta  contro l' inceneritore.

Il coordinamento è a favore di una gestione moderna ed efficace dei rifiuti che contempli la raccolta differenziata porta a porta; il riuso e la riduzione dei materiali superflui; il trattamento a freddo degli scarti residui. Tutte alternative che permettono un risparmio energetico e che rappresentano l'unica reale valorizzazione dei prodotti di scarto.

Il coordinamento è invece contro ogni tipo di trattamento a caldo dei rifiuti, che sia termodistruzione, incenerimento, gassificazione o pirolizzazione. Questo perché ogni vetusta tecnologia a caldo oltre ad aumentare in ogni caso la concentrazione di gas serra in atmosfera, emette sostanze inquinanti e nano-polveri, continua a promuovere un sistema di sviluppo e di produzione nel quale lo spreco dei materiali ed il non-riutilizzo è favorito nell'interesse solo di chi trae profitto dalla produzione e dallo smaltimento.

Per la tipologia delle problematiche affrontate il lavoro del coordinamento contro l'inceneritore viene sostenuto e avvalorato da uno studio tecnico degli argomenti, condizione imprescindibile per comprendere e analizzare pienamente la questione.

Ogni martedì ore 21:30 il coordinamento si incontra in assemblea alla Circoscrizione di Cecchina - Via di Rocca di Papa 65, per decidere autonomamente delle proprie vite!
 
VALID CSS   |   VALID XHTML