Home >>>> Documenti >>>> Volantini e Locandine >>>> ARICCIA – IN ARRIVO TRE IMPIANTI A BIOMASSE CHE BRUCIANO BIOGAS E UN IMPIANTO CHE TRATTA RIFIUTI SPECIALI DA AUTODEMOLIZIONI

Inceneritori: se non ti informi non saprai mai che sono nocivi e che esistono delle alternative

La lotta contro l' inceneritore non ha padroni ed è gestita dal basso, non fa spalla a nessun partito politico, istituzione, o simili. E' una lotta autorganizzata che rifiuta ogni delega, quindi se vogliamo vincerla dobbiamo partecipare tutti/e direttamente!!

Le manifestazioni, i presidi in piazza, i volantinaggi, le assemblee pubbliche  oltre agli innumerevoli esposti e ricorsi fin ad oggi fatti sono stati possibili grazie alla sottoscrizione di tanti e tante. AIUTACI ANCHE TU clicca sul nostro sito alla voce Sottoscrivi per fare una piccola donazioni.

GIOVEDì 30 NOVEMBRE, Assemblea pubblica, Piazza San Nicola,1, Ariccia, ore 15.30


ARICCIA – IN ARRIVO TRE IMPIANTI A BIOMASSE CHE BRUCIANO BIOGAS E UN IMPIANTO CHE TRATTA RIFIUTI SPECIALI DA AUTODEMOLIZIONI PDF Stampa E-mail
Documenti - Volantini e Locandine
Scritto da giorgia   

La partecipata assemblea informativa di domenica 12 novembre in piazza di Corte ha spedito un chiaro messaggio al sindaco Di Felice e all’assessore all’ambiente. Cittadini e comitati non sono disposti a tollerare l’istallazione di impiantistiche nocive, piccole o grandi che siano, ne qui né altrove.

Dopo il tentativo della Biovis di portare ad Ariccia un mega biogas, dopo i bruciatori alla porchetta di Genzano, ambedue seppelliti a furor di popolo, l’attuale giunta Di Felice, prendendo al balzo i finanziamenti regionali previsti per incentivare il “compostaggio di comunità” sembrano intenzionati a piazzare tre impianti a biogas in due parcheggi comunali (in centro storico a via Borgo S. Rocco, parcheggio Carlo Fontana e a via Innocenzo XII, Fontana di Papa), spacciandoli per macchine virtuose che producono fertilizzante.

Lo chiamano progetto FAROFertilizzante ad Ariccia da Rifiuti Organici” e hanno scomodato il gruppo bioenergie del CNR-IIA per coordinare l’impresa. Le biomasse (312 tonnellate) proverranno dalla raccolta differenziata delle fraschette, da parchi e giardini e saranno digerite in assenza d’aria producendo “bio”gas e ricavando, dopo averlo bruciato, energia termica ed elettrica. Se darà il via libera al progetto, la Regione Lazio ci metterà 380mila Euro mentre il Comune di Ariccia 100mila Euro.

Naturalmente si guardano bene dal dirci che si tratta non di semplici compostatori ma di digestori anaerobici e che il biogas prodotto è una miscela di metano e inquinanti (ammoniaca, composti solforati) e dopo combustione (ossidi di azoto, particolato, idrocarburi minori), destinati in buona parte ad entrare nei polmoni dei residenti. A questo penseranno i camini dei tre cogeneratori e la torcia di sicurezza che brucerà senza depurazione il gas in eccesso o in difetto; ci sarà poi un serbatoio (gasometro) per ciascuno degli impianti, con tanto di perenne rischio di incendio o esplosione. E poi il cosiddetto “fertilizzante” prodotto, che ha assorbito velenoso percolato, sarà ricco di metalli pesanti e sali alla lunga nocivi per le piante.

Per dirla breve: “LORO” RISCUOTERANNO FINANZIAMENTI E INCENTIVI, RISPARMIERANNO SULLA BOLLETTA ENERGETICA, I CITTADINI NE PAGHERANNO I COSTI IN PERDITA DI SALUTE.

Ma non è finita. Dopo l’approvazione in consiglio comunale del benestare a un impianto della Waste Control srl per il trattamento di rifiuti speciali provenienti da autodemolizioni per 13mila tonnellate in via Nettunense n°5, km7 a Cecchina, il responsabile dell’azienda minimizza e parla di sola separazione a freddo Non ci fidiamo e aspettiamo di avere i documenti richiesti.

Abbiamo chiesto da tempo un incontro col sindaco ma non ci risponde. Invitiamo quindi tutti i cittadini a scendere con noi in presidio sotto la sede del Comune GIOVEDI’ 30 NOVEMBRE ORE 15,30 - piazza S. Nicola 1, Ariccia.

Coordinamento contro l’inceneritore di Albano

Comitato Ribelli di Montagnano

Assemblea contro le nocività

 
VALID CSS   |   VALID XHTML