Home >>>> Documenti >>>> Volantini e Locandine >>>> presidio sotto il comune di ardea

Inceneritori: se non ti informi non saprai mai che sono nocivi e che esistono delle alternative

La lotta contro l' inceneritore non ha padroni ed è gestita dal basso, non fa spalla a nessun partito politico, istituzione, o simili. E' una lotta autorganizzata che rifiuta ogni delega, quindi se vogliamo vincerla dobbiamo partecipare tutti/e direttamente!!

Le manifestazioni, i presidi in piazza, i volantinaggi, le assemblee pubbliche  oltre agli innumerevoli esposti e ricorsi fin ad oggi fatti sono stati possibili grazie alla sottoscrizione di tanti e tante. AIUTACI ANCHE TU clicca sul nostro sito alla voce Sottoscrivi per fare una piccola donazioni.

DOMENICA 12 NOVEMBRE, Assemblea pubblica, Piazza di Corte, Ariccia, ore 10.30


presidio sotto il comune di ardea PDF Stampa E-mail
Documenti - Volantini e Locandine
Scritto da giorgia   

VENERDI' 24 FEBBRAIO ALLE 10,30 PRESIDIO POPOLARE SOTTO IL COMUNE DI ARDEA - VIA GARIBALDI/ PRESSO PIAZZA DEL POPOLO.

Vista la nota situazione dei villaggi collocati sull'asse dell'Ardeatina a valle della discarica di Roncigliano, ovvero il perdurare di miasmi provenienti dalla discarica (anche se gli abbancamenti sono momentaneamente fermi), lo stabile inquinamento delle falde per l'attività pregressa della discarica, l’assenza della rete fognaria, l’assenza di un sistema idrico pubblico, l’entrata in funzione di un depuratore che non serve la zona circostante, ma che in compenso emana pessimi odori e forti rumori, si impone un nuovo intervento presso L'AMMINISTRAZIONE COMUNALE DI ARDEA E IL SINDACO CHE LA DIRIGE.

Va risolto il contenzioso tra Comune di Ardea e Regione Lazio che blocca il famoso milione e trecento mila euro per le fogne messo in bilancio dalla Regione e mai erogato, ammesso che questa cifra sia sufficiente.

Va preso atto che la società IDRICA , partecipata al 100% dal comune di Ardea, non è in grado di portare acqua ai villaggi (ma neanche in altre zone del comune), come non è in grado, neanche in via di emergenza, di fornire detto servizio alle utenze, inibite all'uso della stessa dalla ASL, per eccessivo inquinamento da Arsenico e altro.

Va ripresa in considerazione l’effettiva capacità di trattamento del depuratore di Montagnanello e ovviamente vanno istallati i pannelli fonoassorbenti, i quali sembrano finalmente arrivati, e collocate le alberature adatte e sufficienti.

Su tutto ciò, il Sindaco Di FIORI

ha il dovere istituzionale di fornire serie e definitive risposte!!!

e non riproporre le solite rumorose invenzioni dilatorie.

Pur non avendo alcuna simpatia per la SpA ACEA, che però gestisce il sistema idrico dell'area metropolitana, abbiamo avuto assicurazione, da funzionari responsabili, della ovvia capacità di questa società a procedere alla costruzione di quanto necessario per portare acqua potabile nelle zone prive del servizio. Per fare ciò, è necessario che il comune di Ardea e la società IDRICA comunichino alla Segreteria Tecnica Operativa di Acea ATO2 la loro rinuncia a gestire i villaggi e conferiscano l'incarico conseguente.

Questo è ciò che va fatto, a meno che qualcuno non ci stupisca ed inizi al più presto i lavori per garantire una rete fognaria e idrica a centinaia di cittadini.

COORDINAMENTO CONTRO INCENERITORE ALBANO - COMITATO RIBELLI DI MONTAGNANO

ASSEMBLEA CONTRO LE NOCIVITA'

 

 
VALID CSS   |   VALID XHTML