Home

Inceneritori: se non ti informi non saprai mai che sono nocivi e che esistono delle alternative

La lotta contro l' inceneritore non ha padroni ed è gestita dal basso, non fa spalla a nessun partito politico, istituzione, o simili. E' una lotta autorganizzata che rifiuta ogni delega, quindi se vogliamo vincerla dobbiamo partecipare tutti/e direttamente!!

Le manifestazioni, i presidi in piazza, i volantinaggi, le assemblee pubbliche  oltre agli innumerevoli esposti e ricorsi fin ad oggi fatti sono stati possibili grazie alla sottoscrizione di tanti e tante. AIUTACI ANCHE TU clicca sul nostro sito alla voce Sottoscrivi per fare una piccola donazioni.

VENERDì 26 MAGGIO, PRESIDIO ALLA PRESIDENZA DELLA REGIONE LAZIO, ORE 10,30, VIA ROSA RAIMOINDI GARIBALDI

Giovedì 6 Novembre presidio contro la politica dei rifiuti sotto la presidenza della Regione Lazio PDF Stampa E-mail
Scritto da 47 morto che parla   

La discarica di Roncigliano è sull'orlo del collasso, come soluzione estrema i comuni dei Castelli paventano di sversare i rifiuti a Colle Fagiolara (Colleferro) e Borgo Montello (Latina); proprio come alla chiusura di Malagrotta il VII invaso di Roncigliano fu usato per tamponare la disastrosa situazione di Roma. Come al solito stiamo giocando al gioco delle tre carte, mentre si riapre il totodiscarica per designare la nuova discarica unica di Roma fra Cupinoro (Bracciano) e Lazzaria (Velletri). Sulla regione pesano le sanzioni dell'Unione Europea per mancato trattamento dei rifiuti alle quali speculatori vari rispondono paventando la costruzione di impianti di tutti i tipi, come i tritovagliatori di Guidonia e Colleferro, impianti a biogas sparpagliati un po' ovunque e magari integrati in ecodistretti, per non parlare dell'inceneritore di Malagrotta. Tutti impianti nei quali entrano rifiuti ed esce monnezza, con nomi diversi, ma pur sempre monnezza da smaltire in discarica.

Regione Lazio e comune di Roma attraverso ACEA ed AMA continuano a sostenere la filiera inceneritorista con Cerroni sotto processo, ma ancora monopolista dello smaltimento rifiuti, il che non ci tranquillizza per nulla neanche per quel che riguarda il progetto di inceneritore di Albano la cui AIA scadrà solamente a Novembre 2015.


CONTRO QUESTA POLITICA DEI RIFIUTI

MANIFESTIAMO

IL 6 NOVEMBRE dalle ORE 10:30

alla PRESIDENZA della REGIONE LAZIO

in Via Rosa Raimondi Garibaldi metro Garbatella

 
VALID CSS   |   VALID XHTML