Inceneritori: se non ti informi non saprai mai che sono nocivi e che esistono delle alternative

La lotta contro l' inceneritore non ha padroni ed è gestita dal basso, non fa spalla a nessun partito politico, istituzione, o simili. E' una lotta autorganizzata che rifiuta ogni delega, quindi se vogliamo vincerla dobbiamo partecipare tutti/e direttamente!!

Le manifestazioni, i presidi in piazza, i volantinaggi, le assemblee pubbliche  oltre agli innumerevoli esposti e ricorsi fin ad oggi fatti sono stati possibili grazie alla sottoscrizione dei tanti e tante. AIUTACI ANCHE TU clicca sul nostro sito alla voce Sottoscrivi per fare una piccola donazione

PROSSIME INIZIATIVE:

  • Sabato 25 OTTOBRE ore 17,30 A VELLETRI IN PIAZZA MAZZINI ASSEMBLEA PUBBLICA contro la valanga di monnezza in contrada Lazzaria
  • Giovedì 30 OTTOBRE ore 21, OK CLUB CANCELLIERA ASSEMBLEA PUBBLICA
  • Sabato 1 NOVEMBRE ore 8, PRESIDIO DAVANTI LA DISCARICA DI RONCIGLIANO
  • Giovedì 6 NOVEMBRE ci recheremo alle ore 15 SOTTO LA SEDE DEL CONSIGLIO REGIONALE a via della Pisana per gridare il nostro NO ad un ciclo perverso dei rifiuti in cui non ci dovrà essere più posto per combustioni e discariche inquinanti

sottoscrizioni

facebook

Diffondi

Inserisci questo banner nei tuoi spazi web.

ISTRUZIONI E CODICE HTML

Sondaggi

L'inceneritore ad Albano è:
 

Shinystat

Inceneritore ad Albano? Anche no!
Valutazioni sul presidio sotto al MISE di Venerdì 15/11/2013 PDF Stampa E-mail
Sabato 16 Novembre 2013 19:46

A quanto pare il presidio di Venerdì 15 Novembre sotto il ministero dell'economia ha momentaneamente sventato il rinnovo della convenzione GSE-MINISTERO -COEMA per l'accesso agli incentivi tristemente noti, la Dottoressa Romano alla fine dell'incontro non era più graniticamente sicura della opportunità "politica" di concedere i bei soldoni pubblici, pare abbia sospeso ogni decisione e ha convocato Civita per un prossimo incontro sempre al ministrero tra REGIONE(Civita), ministero e Coordinamento contro l'inceneriore. Dunque un doveroso ringraziamento va rivolto ai cinquanta cittadini/e compagni/e che anche in questo caso hanno preso quattro ore di pioggia, ma hanno pure dimostrato come si porta avanti una vertenza di questa consistenza, tra alti e bassi, ininterrottamente da 7 anni. Particolare ringraziamento rivolgiamo all'Assemblea Coordinata e Continuativa Contro la Precarietà, ad Umberto del CRA di Guidonia e ai grillini intervenuti.


 
Verbali dell'attività di Sottile fino al 30 Settembre 2013 PDF Stampa E-mail
Giovedì 14 Novembre 2013 17:43

Pubblichiamo i verbali delle attività del commissario straordinario all'emergenza rifiuti Goffredo Sottile fino al 30 Settembre 2013 (data in cui ha ricevuto i nuovi superpoteri).
E' interessato un po' tutto il Lazio.

  • Interessante vedere che Sottile su Falcognana tratta direttamente con Fiori e Maio, come verbalizzato il 7 Ottobre relativamente alle attività di Settembre.
  • Veniamo anche a sapere che agli impianti di trattamento TMB di Albano, Viterbo e Frosinone è stato imposto di trattare i rifiuti romani fino al 31 Ottobre 2013 (data ovviamente prorogabile...), probabilmente per ricevere il surplus di rifiuti indifferenziati in arrivo da Roma dopo la cosiddetta chiusura di Malagrotta. Curiosamente proprio a partire da quel periodo la discarica di Roncigliano ha iniziato a vomitare miasmi tossici in quantità impressionanti (vedi qui e qui)... Una coincidenza?

leggi i verbali in formato pdf

 
Iniziative NO INC di fine Novembre PDF Stampa E-mail
Mercoledì 13 Novembre 2013 17:47

Ci troviamo nuovamente ad un passaggio fondamentale per la lotta contro l’inceneritore di Albano. Ancora una volta il monopolista dei rifiuti Manlio Cerroni torna a chiedere soldi al ministero dello Sviluppo Economico, per devastare il nostro territorio e annientare le nostre condizioni di salute.
Non ci sono più dubbi: FONDI PUBBLICI NON SONO DOVUTI A CERRONI PER COSTRUIRE IL SUO IMPIANTO DI MORTE.

Tutto ciò a meno che il ministro ZANONATO non voglia emulare SCAJOLA, quando ha asserito il falso garantendo l’esistenza di un cantiere fantasma. Siamo alla resa dei conti , l’AIA DEL 2009 è stata resuscitata dal consiglio di stato nel marzo del 2012, sarà interessante vedere se il COEMA è in grado di costruire l’inceneritore con i soldi propri.

PER CANCELLARE L’INCENERITORE DI ALBANO
VENERDI 15 NOVEMBRE ORE 10,00
PRESIDIO SOTTO IL MINISTERO SVILUPPO ECONOMICO VIA MOLISE 2 ROMA

Nel frattempo continua la vergogna della discarica di Roncigliano con le sue esalazioni da rifiuto locale e romano.

ABBIAMO INTENZIONE DI APRIRE PRESSO IL TRIBUNALE DI VELLETRI UNA AZIONE POPOLARE CON IL CORREDO DI TUTTE LE CAUSE CIVILI CHE I CITTADINI VORRANNO INTRAPRENDERE, PER FARE CIO’ ABBIAMO BISOGNO DI ALMENO 1500,00 ALTRI EURO A BREVE, INVITIAMO TUTTI ALLA SOTTOSCRIZIONE NECESSARIA, Ed a partecipare alle iniziative di autofinanziamento, a partire dalla

CENA DI SOTTOSCRIZIONE,
Sabato 23 novembre,
via Montagnano 35, Ardea, ore 20.30

PARTECIPATE e FATE GIRARE!!!

 
VENERDI 15 NOVEMBRE PRESIDIO SOTTO IL MINISTERO SVILUPPO ECONOMICO PDF Stampa E-mail
Venerdì 08 Novembre 2013 21:19

PER CANCELLARE L'INCENERITORE DI ALBANO
VENERDI 15 NOVEMBRE ORE 10,00
PRESIDIO SOTTO IL MINISTERO SVILUPPO ECONOMICO VIA MOLISE 2 ROMA

Nel luglio scorso in occasione di un altro presidio avevamo posto alla direzione per le energie alternative richieste precise: 1) ANNULLAMENTO DEL PRELIMINARE DI ACCORDO tra GSE e COEMA del 2009, con il quale Cerroni poneva le premesse per accedere agli incentivi di stato ex CIP 6 per costruire e gestire il suo inceneritore di ALBANO; 2) RIGETTO della reiterazione di quell'accordo riproposto nell'anno corrente da Cerroni e dai suoi soci AMA e ACEA.

Gli incentivi ex CIP6 per energia elettrica da rifiuti sono venuti meno con la finanziaria del 2007, QUINDI GLI IMPIANTI CHE POTEVANO ACCEDERE A QUEI FONDI ERANO QUELLI IN COSTRUZIONE AL 01-01-2008.

Per quanto riguarda il caso nostro Cerroni ha presentato una DIA il 28 12 2008, dimostratasi più che fasulla. Infatti tutti possono constatare che all'oggi nei 7 ettari interni alla discarica di Roncigliano destinati all'inceneritore non è stata mossa una zolla di terra. In più, i regolamenti ministeriali attuativi della disposizione di legge, che andavano emanati entro e non oltre il 31 dicembre 2009, non sono mai stati, per nostra fortuna, adottati.

Non ci sono più dubbi: FONDI PUBBLICI NON SONO DOVUTI A CERRONI PER COSTRUIRE IL SUO IMPIANTO DI MORTE.

Tutto ciò a meno che il ministro ZANONATO non voglia emulare SCAJOLA, quando ha asserito il falso garantendo l'esistenza di un cantiere fantasma. Siamo alla resa dei conti , l'AIA DEL 2009 è stata resuscitata dal consiglio di stato nel marzo del 2012, sarà interessante vedere se il COEMA è in grado di costruire l'inceneritore con i soldi propri.

Nel frattempo continua la vergogna della discarica di Roncigliano con le sue esalazioni da rifiuto locale e romano.

ABBIAMO INTENZIONE DI APRIRE PRESSO IL TRIBUNALE DI VELLETRI UNA AZIONE POPOLARE CON IL CORREDO DI TUTTE LE CAUSE CIVILI CHE I CITTADINI VORRANNO INTRAPRENDERE, PER FARE CIO' ABBIAMO BISOGNO DI ALMENO 1500,00 ALTRI EURO A BREVE, INVITIAMO TUTTI ALLA SOTTOSCRIZIONE NECESSARIA.

Participate tutti!!!

 
Altri Articoli...


JPAGE_CURRENT_OF_TOTAL
VALID CSS   |   VALID XHTML